UnimediaModern Virtuosa e Virtuale

UnimediaModern VIRTUOSA e VIRTUALE

perché i pensieri volgano alla speranza (Leonardo Da Vinci)

Arrivata alla cinquantesima stagione con la sua Galleria UnimediaModern, e costretta a chiudere temporaneamente lo spazio nel centro storico genovese per l’emergenza del Coronavirus, Caterina Gualco non si è persa d’animo.

Ha pensato che l’arte non può aspettare, e neanche rimanere ferma, soprattutto in un momento come questo, così ha deciso di fare smart working, di organizzare mostre per il web, e precisamente sulla sua  pagina Facebook, per far conoscere i suoi numerosi artisti con  piccoli eventi digitali.

Il progetto è partito il 12 marzo e si chiama “UnimediaModern, virtuosa e virtuale, perché i pensieri volgano alla speranza”, citando il grande Leonardo, e se lo spazio di piazza Squarciafico è chiuso, come si vede dalla foto del grande portone sbarrato, la cultura non si arrende: “Dal 13 marzo, ogni giorno, ho presentato  un artista di UnimediaModern – spiega Caterina Gualco –  con  una mostra personale virtuale, un insieme di informazioni e di immagini, ovvero di foto delle loro opere. Continuerò così fino al termine dell’emergenza, cercando di mantenere lo stesso ritmo. Con grande soddisfazione posso dire che il pubblico che ci sta seguendo sul web è numeroso, non solo italiano, interagisce bene, arrivano tanti like e commenti, anche domande a cui rispondo sempre. Ho cercato di creare la stessa atmosfera delle nostre inaugurazioni che si facevano in galleria”.

Il primo della serie è uno dei fondatori del movimento Fluxus, il grande Ben Patterson, scomparso nel 2016, con opere, ma anche anche testimonianze, video, e interviste per capire bene l’uomo oltre alla sua arte.

Poi altri nomi, internazionali e italiani, ma sempre con qualcosa di originale da scoprire. Maria Rebecca Ballestra, con il suo occhio attento per l’ambiente, il grande Rothko, poi Ben Vautier, altro artista Fluxus, che non ha bisogno di introduzioni; qualche genovese, Mauro Ghiglione, Vittoria Gualco, sorella di Caterina, che si muove molto bene nell’arte digitale, e poi il giovane Mauro Panichella; stupisce  l’enciclopedia fantastica di Berty Skuber, solo per citare alcuni dei nomi che hanno accompagnato UnimediaModern dagli Anni Settanta fino ad oggi.

“Sto facendo virtualmente la mia stagione ideale  – sottolinea Caterina Gualco – tratto Facebook esattamente come uno spazio reale e devo dire che riesco a fare queste mostre anche grazie al mio archivio, abbastanza ordinato, con circa 200 artisti con cui ho lavorato da 50 anni, e per celebrare questa data, mezzo secolo di storia dell’arte contemporanea, ho fatto un’offerta di donazione al Comune di Genova e al Museo di Villa Croce proprio di questo archivio, un’operazione seguita e caldeggiata dall’assessore alla cultura Barbara Grosso. Finita l’emergenza, non so ancora se continuerò la mia attività in galleria, in piazza Squarciafico, ma intanto, da settembre avrò una location, o meglio una scrivania, a Villa Croce, ma solo per seguire il mio archivio, e per metterlo a disposizione del museo”.

 

Articolo di Bettina Bush, pubblicato su Repubblica il giorno 28 Marzo 2020

Now in her fiftieth season with the Gallery UnimediaModern, and forced to temporarily close the space in the historic center of Genoa due to the Coronavirus emergency, Caterina Gualco has not lost heart.

Believing that art cannot wait, nor even remain still, especially at a time like this, she decided to do smart working, to organize exhibitions on the web, and precisely on her Facebook page, to make known her numerous  artists with small digital events.

The project started on March 12 and is called “UnimediaModern, virtuous and virtual, when thoughts turn to hope”, quoting the great Leonardo, and, even if  the space in Piazza Squarciafico is closed, as seen from the photo of the large barred door, culture does not give up: “From March 13, every day, I presented an UnimediaModern artist – explains Caterina Gualco – with a virtual personal exhibition, a set of information and images, or photos of their works. I will continue like this until the end of the emergency, trying to keep the same pace. With great satisfaction I can say that the people following us on the web are many and not only Italian;  it interacts well, there are many likes and comments, even questions to which I always answer. I tried to create the same atmosphere of the openings that took place at the gallery “.

The first of the series is one of the founders of the Fluxus movement, the great Ben Patterson, who passed away in 2016, with works, but also testimonies, videos and interviews to better understand the man and his art.

Then other names, both Italian and international, but always with something original to discover. Maria Rebecca Ballestra, with her attentive eye for the environment, the great Rothko, then Ben Vautier, another Fluxus artist, who needs no introduction; some Genoese artists, Mauro Ghiglione, Vittoria Gualco, Caterina’s sister, who is very confortable  with digital art, and then the young Mauro Panichella; Berty Skuber’s fantastic encyclopedia is astonishing, just to mention some of the names that have accompanied UnimediaModern from the 70s to the present day.

“I am virtually making my ideal season – emphasizes Caterina Gualco – I treat Facebook exactly like a real space and I must say that I can do these exhibitions also thanks to my fairly neat archive of  about 200 artists with whom I have worked for the past 50 years. To celebrate this date, half a century of contemporary art history, I made a donation of this archive to the Municipality of Genoa and to the Museum of Villa Croce, an operation followed and supported by the councilor for culture Barbara Grosso. After the emergency, I still don’t know if I will continue my activity at the gallery in Piazza Squarciafico,  but in the meantime, from September I will have a space, or rather a desk, at Villa Croce, but only to follow my archive, and make it available to the museum”.

 


 

BEN PATTERSON

  

MARIA REBECCA BALLESTRA

BEN VAUTIER

MAURO PANICHELLA

BERTY SKUBER

MAURO GHIGLIONE

PHILIP CORNER

VITTORIA GUALCO

LUIGI VIOLA

MARCO CAZZELLA

ALDO SPINELLI

UGO CARREGA

GIACOMO BONINO

UMBERTO CORNALE

ANGELO PRETOLANI

LIMBANIA FIESCHI

ROBERTO ROSSINI

ARMIDA GANDINI

SILVIO WOLF

GIONI DAVID PARRA

ANTONIO FLAMMINIO

GEOFFREY HENDRICKS

VASCO ASCOLINI

LES GRAND TRANS-PARENTS 

MARCEL DUCHAMP – JOHN CAGE

JEAN-PAUL CHARLES

TRA MEMORIA E FUTURO

FLUXUS EPTASTELLARE

ALLAN KAPROW – “JUST DOING” –

 

I° Movimento

II° Movimento

III° Movimento

IV° MOVIMENTO

V° MOVIMENTO

VI° MOVIMENTO

ALLAN KAPROW

Arte Come Vita

“OUT”

APPLE SHRINE

YARD

STOCKROOM

RAINING

PUSH AND PULL

FLUIDS

WORDS

UnimediaModern | Piazza Invrea, 5/b – 16121 – Genova – Italia